logo-bel-monteu

Come raggiungerci

In automobile In Treno e Corriera

Ricettività

Ricettività, agriturismi, ristoranti e trattorie Cantine e prodotti tipici

Photo Gallery by Monteu

notturn
TERRITORIO OPPORTUNO PER BRIGANTI E BANDITI 17 maggio 1785

Sussio Giuseppe di Gioanni Bartolommeo del luogo di Monteu Rovero, di statura grande, corporatura proporzionata, occhi tanetti, capelli castani.Vitrotto Giuseppe Francesco di Gioanni Maria del luogo di Montaldo presso Chieri, Caporale nel corpo reale d'artiglieria col nome di guerra Golij, di statura piuttosto grande, occhi grigi, capelli castani.

Cevario Clara Felicita fu Antonio Domenico Paffarino moglie del soldato in detto corpo reale d'artiglieria Eufebio Cevario, contumaci, ed inquisiti:
Li Sussio, e Cevario Paffarino

D'avere la sera del 17 maggio 1785 giorno festivo dell'Ascensione verso le ore sei di Francia nel sito della Spianata di questa Cittadella in poca distanza da quello, ove dal corpo reale d'artiglieria si vogliono fare le mani d'opera, ucciso Agostino Borione, a cui essa Clara Felicita nel dirgli: tu sei nella rete, lanciò un calcio, onde da detto Borione afferrata per la cuffia, e capelli estrasse ella dal seno un'arma pungente, che rimise al predetto Sussio di lei padregno, non senza sospetto che prima ne avesse la medessima già vibrato un colpo al Borione, al quale il Sussio con detta arma cagionò quattro ferite, per una delle quali in breve morì lo stesso Borione, e conseguentemente d'essere il Sussio autore, e la Clara Felicita promotrice del detto omicidio per motivo d'inimicizia, e rancore, che detta Clara Felicita nutriva contro il Borione, con cui negli anni precedenti aveva mantenuta lunga pratica, interrotta questa da alcuni mesi per il matrimonio dal Borione contratto con Francesca Ameri, la quale era pure ivi col marito.

Di complicità in detto omicidio per avere come amico della detta Clara Felicita prestato aiuto a questa, ed al detto Sussio, con essere accordo con sciabla sguainata alla mano, e con questa cagionate al Borione due ferite sanabili sulla guancia destra con scopertura di due denti.

Al Suffo confisca, galera perpetua = solidaria indennizzazione. Alla Clara Felicita confisca, carcere perpetuo =solidaria indennizzazione. Al Vitrotto galera per 3., spese, che li riguardano. Dichiarati ec. Pubblicato il bando 7., e 13. giugno 1788. fecondo le relazioni manualizzate Serra, e Sella.

18 luglio 1826

AMAJUOLO Matteo del vivente Pietro, del luogo di Monteu Roero, d'anni 30, statura oncie 38 circa, corporatura piuttosto sottile, fronte bassa, occhi, capelli e ciglia castano -oscure, naso affilato, bocca mediocre, mento oblungo, viso ovale e macilente, colorito bruno.Contumace ed inquisito

I°. Del furto di un così detto chirik del valore di lire 11 circa, commesso dal 9 al 10 ottobre 1824, sul fenile di Giuseppe Sibona sito nel territorio di Monteu Roero, ed a pregiudicio di Lorenzo Tonasso.

2°. Del furto di lingerie, d'una piccola quantità di paste, ed alcuni pomi, dell'approssimativo valore in tutto di lire 30, oltre ad una pezza di tela nuova di rasi 38, commesso la notte 13 e 14 gennaio 1825, a pregiudicio della vedova Giodda nella di lei casa d'abitazione sita su detto territorio, essendosi introdotto in essa casa passando per una finestra, che trovavasi chiusa ed alta dal suolo oncie 20 circa.

3°. Del furto di 30 a 31 galline, del valore totale di lire 30, commesso sul finire di febbraio 1825 di notte tempo nella cascina sita sul territorio di Ceresole, ed a pregiudicio di Francesco Avalle, mediante sforzamento della serratura del pollajo ove trovavansi dette galline rinchiuse.

4°. Delle qualità di persona dedita all'ozio, alle osterie, al vagabondaggio e ad ogni sorta di furti, dato in nota nel verbale trimestrale del luogo di sua residenza, e già stato per furti ed insulto processato e condannato dalla soppressa Corte d'Appello già sedente in questa Capitale.

Pubblicato il bando li 23 e 26 luglio ed 8 agosto 1826, come da relazioni autentiche Pavarino Segretario, Sansoldi Usciere, e Bordiglione Segretario Criminale.

NOTA DE' BANDITI

Associazione Culturale e Turistica Bel Monteu - All rights reserved.